L’oro è stato per millenni utilizzato come denaro per le transazioni in tutto il mondo. È la cd. Moneta merce eletta in maniera spontanea dagli attori economici in quanto ha una proprietà fantastica: preserva il valore. L’utilizzo dell’oro come denaro è la sua principale caratteristica.

Definendo l’oro come moneta è immediato correlare il suo prezzo riferendosi alle altre valute cd. FIAT link a http://www.treccani.it/enciclopedia/fiat-money/  (a valore legale). Il prezzo dell’oro è da interpretare riferendosi al cd. “cross” con le altre valute come lo sono gli Euro, i Dollari, gli Yen e tutte quelle valute a corso forzoso. Da questo ne consegue che più valute a corso forzoso sono immesse nel sistema economico più il prezzo dell’oro, a parità di quantità esistente, aumenta rispetto alle stesse, è la regola basilare della domanda/offerta.

Più un bene è scarso rispetto ad un altro più il suo prezzo relativo aumenta. Ecco perché è importante capire la quantità di denaro a corso legale in circolazione per prevedere gli impatti sul prezzo dell’oro espresso in una specifica valuta.

Qualora le Banche Centrali di tutto il mondo aumentino esponenzialmente, come hanno fatto dal 2007, la quantità di valuta iniettata nel sistema, il prezzo dell’oro espresso in queste valute dovrà necessariamente aumentare salvo che la quantità dello stesso sia aumentata in maniera uguale.

La base monetaria dal 2007 ad oggi è almeno triplicata, la quantità di oro nel mondo cresce massimo di un circa 2% annuo. Questo significa che a fronte di un 300% di base monetaria, il prezzo dell’oro è aumentato di circa un 6% su capitalizzazione semplice.

Di seguito potete trovare alcuni grafici per capire la quantità di denaro a corso forzoso (tecnicamente la Base Monetaria) prodotta nell’epoca post parità aurea col dollaro (terminata nel 1972). La ripidità dei grafici parla da sola, dal 2007 al 2017 (10 anni) è stata prodotta più del doppio della base monetaria creata dal 1972 al 2007 (35 anni).

Fonte Federal Reserve Bank of St. Louis https://fred.stlouisfed.org

USA

EUROPA

GIAPPONE

SVIZZERA

UK