Oro fisico o Mattone: chi è riserva di valore?

Con il termine riserva di valore si definisce un bene capace di conservare il  valore nel tempo. Per tale motivo può essere detenuto con lo scopo di un utilizzo futuro senza il pericolo che perda il suo valore in termini di potere d’acquisto. Un bene idoneo a tesaurizzare valore deve essere riserva di valore: deve essere in grado di mantenere il valore nel tempo. Questa è la caratteristica principale che tutti i risparmiatori ricercano in qualsiasi attivo nel quale allocare la liquidità in ottica di vera e propria riserva da utilizzare per necessità future. Quale può essere un bene idoneo ad essere utilizzato come riserva di valore? IL MATTONE In gran parte della popolazione è diffusa l’idea che l’immobile sia un investimento sicuro. Molti risparmiatori definiscono il mattone un bene rifugio sul quale investire anche la maggior parte dei propri risparmi considerandolo una vera e propria diversificazione del proprio portafoglio e riserva per il futuro. Meglio il mattone del materasso, questo è probabilmente il pensiero del risparmiatore medio italiano. Il risparmio degli italiani allocato negli immobili, escludendo anche la prima casa, è praticamente al primo posto come scelta di “riserva di valore”. Considerato che il mattone possiede caratteristiche di tangibilità unitamente alla facilità di comprensione del bene stesso rende le persone più propense ad investirci. QUALI SONO I LIMITI DEL MATTONE COME SCELTA PER IL  PROPRIO RISPARMIO? Molti italiani sono convinti che un immobile mantenga il valore nel tempo e che possa essere utilizzato come riserva di valore per evenienze future: qualora serva denaro per fare fronte ad imprevisti o per costruirsi una pensione. Questo ragionamento non considera tutti i rischi associati al possesso di un immobile: rischio liquidità, rischio svalutazione, rischio legislativo/tassazione, rischio di controparte relativo ad immobili a reddito. Il mercato immobiliare risente molto del contesto economico, a causa dei tassi di interesse, andamento del PIL e Rischio Paese. Esempio tangibile è lo shock immobiliare avvenuto negli ultimi dieci anni in tutto il mondo, non solo in Italia del quale ancora oggi molti immobili in provincia ne pagano lo scotto. Questi shock sono l’evidenza che il beneficio derivante dal diversificare investendo nell’immobiliare, tende a venir meno proprio nei momenti di crisi: svalutazione degli immobili e difficoltà in un loro smobilizzo (problema di liquidità). Qualora serva denaro, in una situazione macroeconomica stressata, probabilmente per vendere in tempi ragionevoli un immobile si dovrà accettare una grande diminuzione del prezzo di vendita. Altro rischio notevole derivato da questa tipologia di investimenti in immobili, è il rischio di controparte sulla rendita di locazione (affitto) ovvero dai canoni non riscossi. Il grafico seguente rappresenta gli indici dei prezzi delle abitazioni nuove ed esistenti dal 2010 al 2018. La capacità di mantenimento del valore del mattone italiano sembra messa in discussione. Questo indice è una media dell’intero mercato Italiano, mercato che al suo interno evidenzia dinamiche diverse a seconda delle aree geografiche. Data l’incertezza determinata dal fattore prezzo immobili, come può esser definito il mattone una “riserva di valore”? Sembra non averne le caratteristiche. ORO FISICO COME VERA RISERVA DI VALORE L’utilizzo dell’oro come “bene rifugio” deriva dalla sua caratteristica principale: continuità di valore nel tempo. Questa caratteristica deriva a sua volta dalla principale peculiarità dell’oro: è un bene scarso, limitato nel quantitativo disponibile in natura. Millenni di storia e di utilizzo dell’oro come bene monetario, come denaro merce, sono la prova che questo bene sia sempre stato, e lo è ancora, accettato da tutti perché offre grandissime garanzie di continuità di valore nel tempo. Questa è la prova storica del ruolo dell’oro come riserva di valore. A differenza del mattone, l’oro incorpora più efficientemente le caratteristiche di “riserva di valore”. In caso di necessità, l’oro, può essere venduto immediatamente, senza concedere sconti al compratore. L’oro è tra i beni più liquidi al mondo, ha un mercato di miliardi di Euro ogni giorno in ogni parte del globo. La capacità di utilizzo dell’oro come bene di “riserva” è senza dubbio migliore rispetto al mattone così caro agli Italiani. Meglio il Materasso o il Mattone? Nessuna delle due! L’oro fisico è la giusta risposta a questo quesito!