Flash news mercato oro – Agosto 2017

Nel corso del mese di agosto il prezzo dell’oro in dollari ha effettuato un importante movimento che lo ha portato a rompere al rialzo la linea del trend ribassista/laterale partita dai massimi del settembre 2011.
Tale movimento tecnicamente è un forte segnale. In particolare lo stesso grafico ci dice che non solo ha rotto una trendline ribassista, ma che ha rotto al rialzo il triangolo disegnato partendo dal 2005.

Un nuovo mercato toro è alle porte? Quali sono le dinamiche non solo tecniche che possono propendere per un aumento dei prezzi?
Il rientro dalle ferie è stato quindi contraddistinto da un incremento abbastanza accentuato dei prezzi sulla spinta di fattori tecnici, ma non solo. È importante capire tre basi fondamentali che agiscono sul prezzo dell’oro:

  1. Quantità di denaro (la Base Monetaria)
  2. Estrazione mineraria (quantità di oro in circolazione)
  3. Fattori Geopolitici

Il primo fattore è ampiamente a favore di un rialzo dei prezzi, la base monetaria globale è pressoché triplicata dal 2007 ad oggi, dal 2011, anno dei massimi dell’oro in dollari, la stessa base monetaria (M1) a livello globale è quasi raddoppiata.  Gap importanti tra prezzo dell’oro è base monetaria si vedono ciclicamente, oggi il gap è molto ampio. L’aggiustamento del gap con movimenti importanti sono la risposta naturale del mercato.

Il secondo fattore è pressoché stabile e vicino allo 0.5% del totale dell’oro estratto in tutta la storia (stima Thomson Reuters GFMS e World Gold Council). Tale andamento è anche la causa che ha portato l’oro ad essere accettato nei millenni come denaro, la sua scarsità e di conseguenza la sua capacità di preservare il valore. Ad oggi possiamo associare a questo fattore una pressione sui prezzi neutrale.

Il terzo fattore in queste ultime settimana, complice la crisi militare con la Corea del Nord, ha agito da amplificatore, accentuando la reazione all’insù dei prezzi dell’oro sempre espressi in Dollari.
La nostra view di breve termine è verso un consolidamento del trend di rialzo che potrà dare belle soddisfazioni alle posizioni long nei prossimi mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *